Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
cross centro regionale per l'open source software
Registrati!            Login accedi
sx
Home Page : Le news più lette
EOLE 2010 (3° edizione) : Liberare il software nel settore pubblico

17 novembre 2010 - il 29 e 30 novembre al Centro Incontri Regione Piemonte corso Stati Uniti, 23 si terrà l'European Open source and free software Law Event (EOLE).

La conferenza internazionale ha come titolo "Liberare il Software nel settore pubblico". Temi centrali saranno l'uso e lo sviluppo del Software Libero nella Pubblica Amministrazione.

La Regione Piemonte è lo sponsor principale dell’evento 2010.




La Free Software Foundation compie 25 anni

06 ottobre 2010 - Venticinque anni fa, il 4 ottobre 1985, Richard Stallman creava la Free Software Foundation al fine di promuovere la libertà di creare, distribuire e modificare i programmi per computer e scrivendo, quattro anni dopo, la prima versione della GNU General Public License.

Ciò che spinse Stallman, che allora lavorava al MIT, a creare la FSF fu la constatazione di come le aziende iniziassero ad appropriarsi del software, scritto e diffuso liberamente, chiedendo persino agli stessi autori del codice di pagare per l'utilizzo. Di qui l'idea di un sistema che proteggesse la libertà dei programmatori.




Ubuntu: Prima Alpha per Lucid Lynx

14 dicembre 2009 - Come indicato nella scaletta di rilascio, è uscita il 10 dicembre la prima Alpha di Ubuntu 10.04 Lucid Lynx, il prossimo rilascio con supporto a lungo termine LTS (Long Term Support) di questo Sistema Operativo. L'Alpha 1 rappresenta solo il primo passo di un cammino ben più lungo che terminerà fra 5 mesi con il dodicesimo rilascio nella storia di Ubuntu. Sono attesi altri due rilasci Alpha e successivamente due rilasci Beta. Per ora c'è poco di differente rispetto al rilascio stabile in corso (Karmic Koala), tra cui versioni di software più aggiornate o di sviluppo. Essendo un rilascio Alpha, di un prodotto in sviluppo e con numerosi bug, l'installazione è fortemente consigliata solo ad utenti esperti e non adatta ad ambienti di produzione.




South Tyrol Free Software Conference

27 ottobre 2010 - La SFScon (South Tyrol Free Software Conference) è una conferenza internazionale sul Software Libero e si svolgerà il 12 Novembre 2010 presso il TIS innovation park a Bolzano.

Il Software Libero è una tematica di grande rilievo in Provincia di Bolzano e ha dimostrato sul territorio la propria importanza sia per le imprese, che per la Pubblica Amministrazione.

Per sostenere il management e gli esperti a operare scelte sulle infrastrutture IT, la conferenza presenta diversi casi di successo e contribuisce a creare sinergie tra le imprese, le istituzioni, gli enti di ricerca e sviluppo, nonché di formazione.

La SFScon è un'iniziativa del Free Software Center South Tyrol® dell'Area Tecnologie Digitali del TIS innovation park volta a sostenere l'utilizzo del Software Libero nel mondo economico, per il raggiungimento sul territorio di un più alto grado di innovazione e di una maggiore competitività.




Diaspora - un social network open source orientato alla privacy

30 agosto 2010 - il 15 settembre Diaspora farà il proprio debutto in Internet e mostrerà a Facebook che cosa significhi essere un social network attento alla privacy degli utenti.

Nato dall'idea di quattro studenti della New York University nello scorso maggio - ossia proprio mentre Facebook affrontava i problemi più grossi nella gestione della privacy - Diaspora ha attirato un interesse che i suoi creatori probabilmente non si aspettavano.

L’idea ha incontrato fin da subito il consenso di molti sostenitori, tanto che i quattro, nel tentativo di raccogliere 10.000 dollari per il suo sviluppo attraverso la piattaforma Kickstarter, si ritrovano ora con a disposizione un gruzzolo venti volte superiore alle loro aspettative.

Gli utenti sembrano dunque giorno dopo giorno più sensibili alla gestione dei loro dati personali, come dimostrano iniziative nate dal basso del calibro di Quit Facebook Day, e Diaspora rappresenterebbe una valida alternativa ai social network tradizionali, capace di tutelare gli interessi degli iscritti anziché sfruttarne le informazioni condivise per campagne di marketing o per la vendita di spazi pubblicitari.

Ognuno potrà impostare i parametri come meglio desidera e avrà il pieno controllo su ogni singolo dato inserito - promettono i quattro - potendo scegliere esattamente con chi condividere certe informazioni: "Ciò significa che ci sarà un sistema intuitivo per decidere quali contenuti possono essere visti dai colleghi e quali dagli amici. Sappiamo che è un problema serio che riguarda l'interfaccia, e lo prendiamo sul serio".

Sarà la struttura stessa del social network a permettere tutto ciò: non ci saranno server centrali da usare obbligatoriamente per conservare tutti i dati, ma ogni utente fornirà il proprio spazio per ospitare le proprie informazioni (Diaspora offrirà la possibilità di condividere letteralmente qualsiasi tipo di contenuto), o seed.

n’idea sulla quale potrebbe essere costruito il Web sociale del futuro, anche se l’etichetta di anti-Facebook affibbiata da molti a Diaspora sembra al momento un po’ fuori luogo, tanto che fra i sostenitori del progetto rientra anche un certo Mark Zuckerberg, la cui leadership garantita dagli oltre 500 milioni di fedeli sembra tutt’altro che a rischio.




PAGINE: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12



top top

 

tag clouds

apache   application server   backup   business intelligence   cms   database   finanza   framework   integrazione   java   linux   mysql   network management   office/business   php   project management   supporto allo sviluppo   virtualizzazione   voip   vpn